Emergenza Covid, domani il sit-in di protesta

Pubblicato da Redazione il

Per il giorno 8 gennaio 2021, dalle 9 alle 12, nella sede della Asl di Viterbo o nello spazio antistante, si terrà un’assemblea/retribuita e conseguente sit-in di protesta con conferenza stampa finale.

Non si può far finta che tutto va bene.

Ritardi nella predisposizione di misure per affrontare la seconda ondata Covid. Ritardata riconversione delle strutture, mancata assunzione di personale infermieristico, in particolare Oss da sempre carenti o assenti; mancata predisposizione delle misure ambientali di adattamento dei reparti riconvertiti da no-Covid a Covid; separazione dei percorsi dei pazienti Covid dagli altri (spazi condivisi, barelle bio-contenimento assenti eccetera); precarietà della sanificazione della struttura e delle apparecchiature, ambulanze, eccetera. Allo stato attuale le attività vengono effettuate isorisorse? Con spruzzino con candeggina e salvietta che consente di trattare solo alcune delle superfici dure. Predisposizione dei percorsi di ingresso e uscita dei dipendenti per evitare assembramenti (timbrature, gestione degli spogliatoi e delle zone filtro).

Filtro in ingresso dei pazienti deboli. Ricovero di pazienti falsi negativi in reparti no-Covid e successivo contagio di altri pazienti e operatori (vedi cardiologia, eccetera); ricovero di pazienti con scabbia e contagio di tutti gli operatori e altri pazienti (vedi casi Po Acquapendente).

Tutela degli operatori. Allo stato attuale per gli operatori che hanno contratto il contagio da Covid-19 e scabbia, risulta che nessuna comunicazione è stata segnalata all’Inail, compromettendo eventuali riconoscimenti di malattia professionale con grave danno per infermieri, Oss, tecnici sanitari, eccetera. Dispositivi di protezione individuale di scarsa qualità (vedi copriscarpe, con operatori costretti ad usare sacchetti dei rifiuti); scarsissima disponibilità e dubbia igiene delle divise, con gravi disagi per tutti gli operatori; carenza e dubbia igiene della biancheria per i pazienti; stress psicofisico derivante da turni stressanti indossando Dpi per troppe ore consecutive (tute ermetiche eccetera).

Confael
Nursing up Lazio
Cisas Viterbo
Ugl Lazio

Rassegna Stampa :
Tusciaweb
TusciaTimes
CittàPaese

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: